Sommario sezioni

salta il link home e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

L'Europa per i cittadini

logo_cittadini


POLITICHE E ATTIVITA' DELL'UNIONE EUROPEA

Sovvenzioni e Finanziamenti
Attualmente l'UE conta 28 paesi membri, che hanno trasferito all'Unione una parte della loro sovranità o autorità legislativa. Altri paesi si sono candidati all'adesione.



LIFE 2014-2020

E’ un programma per l’ambiente e l’azione per il clima; sostituisce il precedente LIFE+, in vigore fino al 2013, ampliandone la portata alle misure per l’azione per il clima.
L’ente erogatore è la Commissione Europea e gli obiettivi sono:
- contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento delle qualità dell’ambiente e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità, compresi il sostegno alla rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi
- migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’UE e catalizzare e promuovere l’integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali climatici nelle altre politiche dell’UE
- sostenere maggiormente la governance a tutti i livelli in materia di ambiente e di clima, compresa una maggiore partecipazione della società civile, delle ONG e degli attori locali
- sostenere l’attuazione del Settimo programma d’azione per l’ambiente (7° EAP)

Gli obiettivi di LIFE sono suddivisi in due sottoprogrammi:
1) Ambiente
I settori prioritari sono:
- Ambiente e uso efficiente delle risorse, le cui priorità sono l’acqua e ambiente marino, rifiuti, efficienza nell’uso delle risorse (compresi suolo e foreste) e economia verde e circolare, ambiente e salute (compresi le sostanza chimiche e il rumore), qualità dell’aria ed emissioni (compreso l’ambiente urbano)
- Natura e biodiversità
- Governance e informazione in materia ambientale
2) Azione per il clima
I settori prioritari sono:
- Mitigazione dei cambiamenti climatici al fine di contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra
- Adattamento ai cambiamenti climatici al fine di contribuire agli sforzi finalizzati ad accrescere la resilienza ai cambiamenti climatici
- Governance e informazione in materia di clima

I beneficiari del programma LIFE sono:
- gli enti pubblici e privati dei Paesi UE
- EFTA/SEE
- candidati, potenziali candidati e Paesi in via di adesione
- Paesi ai quali si applica la politica europea di vicinato
- Paesi membri dell’Agenzia europea per l’ambiente

Aree geografiche
Le aree geografiche coinvolte sono:
- i 28 Paesi dell’UE
- Paesi potenziali candidati (Bosnia-Erzegovina, Kosovo)
- Paesi della Politica europea di vicinato (Algeria, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Egitto, Georgia, Israele, Giordania, Libano, Libia, Repubblica Moldova, Marocco, Siria, Tunisia, Ucraina e Territori palestinesi occupati)
- Paesi candidati all’UE (Islanda, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania)
- EFTA/SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein)



EUROPA CREATIVA 2014-2020

È un programma dell’UE a sostegno dei settori culturali e creativi europei, che sostituisce i programmi Cultura 2007-2013, MEDIA 2007 e MEDIA Mundus.

L’ente erogatore è la Commissione europea e gli obbiettivi sono:
- promuovere e salvaguardare la diversità culturale e linguistica europea e il patrimonio culturale europeo, rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi
- sostenere la capacità di settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale
- promuovere la circolazione transnazionale delle opere e la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi e degli artisti, raggiungendo un nuovo e più ampio pubblico, con particolare riguardo ai bambini, ai giovani, alle persone disabili e ai gruppi sottorappresentati
- rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni dei settori culturali e creativi
- sostenere la cooperazione politica transnazionale al fine di favorire lo sviluppo delle politiche, l’innovazione, l’audience development (sviluppo pubblico) e nuovi modelli di business nei settori culturali e creativi

Europa Creativa sostiene tutti i settori culturali e creativi tra cui architettura, archivi e biblioteche, artigianato artistico, audiovisivo, patrimonio culturale materiale e immateriale, design, festival, musica, arti visive, arti dello spettacolo, editoria, radio.

Il Programma è strutturato in due sottoprogrammi settoriali e una sezione transettoriale.

1) Sottoprogramma Cultura
I settori prioritari sono:
- rafforzamento delle capacità del settore di operare a livello transazionale
- promozione della circolazione e della mobilità transnazionale
Tali settori vengono attuati attraverso progetti cooperazione transnazionale, attività realizzate da reti europee, attività promosse da organizzazioni a vocazione europea, progetti di traduzione letteraria e azioni specifiche volte a dare maggiore visibilità e favorire la conoscenza della ricchezza e della diversità delle culture europee e stimolare il dialogo interculturale e la comprensione reciproca

2) Sottoprogramma Media
I settori prioritari sono:
- rafforzamento delle capacità del settore di operare a livello transnazionale
- promozione della circolazione transnazionale
Tali settori vengono attuati attraverso:
- lo sviluppo di un’offerta globale di misure di formazione per l’acquisizione e l’aggiornamento delle competenze dei professionisti del settore
- sviluppo di opere audiovisive europee
- attività volte a favorire le coproduzioni europee e internazionali di opere audiovisive
- attività che aiutino i partner delle coproduzioni europee e internazionali a incontrarsi e/o che forniscano sostegno indiretto alle opere coprodotte da fondi di coproduzione internazionali
- misure volte a facilitare l’accesso alle manifestazioni commerciali e ai mercati professionali dell’audiovisivo
- sostegno alla distribuzione di film europei non nazionali
- Progetti di cooperazione internazionale volti a facilitare la circolazione dei film europei nel mondo e di film internazionali nell’UE
- Sostegno a una rete europea di sale cinematografiche
- Iniziative volte a presentare e promuovere la diversità delle opere audiovisive europee, tra cui festival e altri eventi promozionali
- Attività volte a promuovere l’alfabetizzazione cinematografica e ad accrescere la conoscenza e l’interesse del pubblico sulle opere audiovisive europee
- Azioni innovative che sperimentano nuovi modelli e strumenti di business in settori che potrebbero essere influenzati dall’introduzione e dall’uso delle tecnologie digitali

3) Sezione transettoriale
La Sezione Transettoriale è:
- Strumento di garanzia per i settori culturali creativi, operativo dal 2016, di cui non potranno beneficiare i Paesi candidati e Potenziali candidati e i Paesi della Politica europea di vicinato
- Cooperazione politica transnazionale

Il Programma Europa Creativa è beneficiato da:organismi pubblici e privati, istituzioni, associazioni, imprese, incluso le micro, piccole e medie imprese attivi nei settori culturali e creativi.
Il Programma è aperto a operatori stabili nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi in via di adesione, Paesi candidati e potenziali candidati, Svizzera e Paesi della politica europea di vicinato.

Aree geografiche
- I 28 Stati membri dell’UE
- Svizzera
- Paesi potenziali candidati (Bosnia-Erzegovina, Kosovo)
- Paesi della politica europea di vicinato (Algeria, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Egitto, Georgia, Israele, Giordania, Libano, Libia, Repubblica Moldova, Marocco, Siria, Tunisia, Ucraina e Territori palestinesi occupati)
- Paesi candidati all’UE (Islanda, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania)
- EFTA/SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein)



HORIZON 2020

Con Horizon 2020 per la prima volta l’UE ha messo a punto un quadro unico di finanziamenti che riunisce i diversi strumenti UE che nel periodo 2007-2013 hanno sostenuto la ricerca e l’innovazione. Consente di superare la precedente frammentazione dei finanziamenti e interviene ad ampio raggio: i fondi Horizon 2020, infatti, sono destinati a coprire l’intera catena della ricerca, da quella di frontiera, allo sviluppo tecnologico, alla dimostrazione e valorizzazione dei risultati fino all’innovazione. Permetteranno inoltre di ridurre il gap fra ricerca e mercato, ponendo un forte accento sulla ricerca industriale finalizzata alla commercializzazione di nuovi prodotti innovativi.

Il programma è strutturato attorno a tre pilastri:
- Excellent Science: con l’obbiettivo di elevare il livello di eccellenza della base scientifica europea e garantire una produzione costante di ricerca a livello mondiale, per assicurare la competitività dell’Europa a lungo termine. Sostiene le idee migliori, sviluppa i talenti, da ai ricercatori accesso ad infrastrutture di ricerca prioritaria e fa dell’Europa un luogo attraente per i migliori ricercatori del mondo.
- Industrial Leadership: mirato a fare dell’Europa un luogo più attraente per investire nella ricerca e nell’innovazione. Porta grandi investimenti in tecnologie industriali essenziali, incentiva il potenziale di crescita delle aziende europee.
- Societal Challenges: affronta direttamente le priorità politiche e le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020, concentrando i finanziamenti su sette aree tematiche chiave: 1) salute, cambiamento demografico e benessere; 2) sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima, bioeconomia; 3) energia sicura, pulita ed efficiente; 4) trasporti intelligenti, green e integrati; 5) azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime; 6) Europa in un mondo che cambia (società inclusive, innovative e riflessive); 7) società sicure (proteggere la libertà e la sicurezza dell’Europa e dei suoi cittadini).

Il Programma è completato, inoltre, da quattro linee di attività orizzontali:
- Spreading excellence and widening partecipation che supporta attività tese a migliorare e a incrementare la partecipazione al programma di alcuni Stati membri e regioni dell’UE con performance non soddisfacenti
- Science with and for Society, volta a consolidare la cooperazione tra scienza e società nonché a promuovere una ricerca e un’innovazione responsabile, una cultura ed educazione scientifica e la fiducia del pubblico nella scienza
- Joint Research Centre che offre sostegno scientifico e tecnico all’elaborazione delle politiche dell’UE
- European Institute of Innovation and Technologies che mira a rafforzare la capacità in innovazione dell’Unione e affrontare problematiche prioritarie della nostra società

Infine, complementare al programma HORIZON, figura lo specifico programma Euratom che supporta attività di ricerca e formazione nel settore nucleare, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza nucleare e la radioprotezione e contribuire alla de carbonizzazione a lungo termine del sistema dell’energia in modo sicuro ed efficiente.

Per ulteriori informazioni visitare:
- http://ec.europa.eu/programmes/horizon2020/ (sito dedicato a Horizon 2020)
- http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/home.html (per reperire e partecipare ai bandi Horizon 2020)
- http://www.apre.it/ (per informazioni e assistenza sulla partecipazione ad Horizon 2020)



ERASMUS+

Erasmus+ è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport, dal 2014 al 2020.
Il programma integra 7 precedenti programmi comunitari:
- Lifelong Learning Programme (Comenius, Erasmus, Leonardo da Vinci, Grundtvig);
- Gioventù in azione;
- Erasmus Mundus;
- Tempus;
- Alfa;
- Edulink;
- La cooperazione bilaterale con i Paesi industrializzati.

I finanziamenti (concessi a università e istituti di formazione, ma anche a partenariati innovativi, le cosiddette “alleanze della conoscenza” e “alleanze della abilità settoriali”) saranno destinati principalmente a studenti, tirocinanti, apprendisti, adulti, giovani, volontari, docenti, formatori, animatori giovanili, professionisti di organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù.
In quanto Programma integrato, Erasmus+ offre maggiori opportunità di collaborazione fra settore scuola e istruzione superiore, educazione degli adulti e formazione professionale, gioventù e sport e, grazie a regole di finanziamento semplificate, sarà più facile usufruirne.

Le attività chiave sono:
- Mobilità individuale a fini di apprendimento
- Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche
- Riforma delle politiche
- Attività Jean Monnet
- Attività sportive, nuove dal 2015, concentrate su progetti transnazionali volti a sostenere sport amatoriali e ad affrontare le sfide transfrontaliere (partite truccate, doping, violenza e razzismo) e a promuovere il buon governo (parità di genere, inclusione sociale e attività fisica per tutti).

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito: http://www.erasmusplus.it/scuola/opportunita-per-la-scuola/ oppure ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus

I Paesi aderenti al programma sono:
- I 28 Stati membri dell’Unione Europea
- Islanda, Turchia, Liechtenstein, Ex Repubblica di Macedonia, Norvegia (non appartenenti all’Unione Europea)
- Albania, Montenegro, Serbia, Bosnia Erzegovina (partecipazione prevista in un prossimo futuro)
- Armenia, Azerbaijan, Belarus, Georgia, Moldova, Ucraina, Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia, Federazione Russa (i seguenti Paesi possono partecipare ad alcune azioni del Programma, secondo criteri e condizioni specifiche)

Per informazioni contattare le Agenzie Nazionali Erasmus+ Italia:

-Agenzia Nazionale – Erasmus+ - ISFOL
Corso d’Italia 33
00198 Roma
Tel: 0039 06 85 44 7808
Web: http://www.erasmusplus.it/
eMail: erasmusplus@isfol.it
fields: Vocational Education and Training

-Agenzia Nazionale Erasmus+ - INDIRE
Via Cesare Lombroso 6/15
50134 Firenze
Tel: 0039 055 23 80 348
Web: http://www.erasmusplus.it/
eMail: erasmusplus@indire.it
fields: School Education, Higher Education and Adult Education

-Agenzia Nazionale per i giovani
Via Sabotino 4
00195 Roma
Tel: 0039 063 75 91 201
Web: http://www.agenziagiovani.it/home.aspx
eMail: direzione@agenziagiovani.it
fields: Youth
 

CITTADINANZA…ATTIVA! cittadinanza

Il coinvolgimento dei cittadini europei è reso vivo con uno spazio telematico interamente dedicato a loro quale è "Partecipa!" in cui ciascuno è libero di esprimere la propria opinione circa la strategia politica adottata dall’UE, contribuire alla stesura di un progetto di proposta prima che la Commissione lo presenti al Consiglio e al Parlamento europeo, presentare una petizione, oppure visitare i blog delle diverse autorità che compongono il Parlamento e infine partecipare a diversi premi e concorsi su svariate tematiche e aree di intervento.
La "cittadinanza" non può essere più considerata solo uno status, l’appartenenza di un soggetto ad un territorio, ma un’entità in movimento che coinvolge nuovi attori, nuovi siti e nuove azioni.





 
Ultima modifica: 11-10-2018
REDAZIONE: Relazioni Internazionali e Gemellaggi - Progettazione Europea
EMAIL: a.piganti@comune.fe.it