Sommario sezioni

salta il link home e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Sito web istituzionale del Comune di Ferrara > Il Comune > Consiglio Comunale > Gruppi Consiliari > Gruppo Movimento 5 Stelle > Fochi Claudio > Attività del consigliere dal 13/10/2017 al 19/12/2018 > Risoluzione al Bilancio Previsionale 2019 su “PIATTAFORMA DI CONSULTAZIONE DIGITALE DELLA CITTADINANZA
salta i contenuti principali a vai al menu

Risoluzione al Bilancio Previsionale 2019 su “PIATTAFORMA DI CONSULTAZIONE DIGITALE DELLA CITTADINANZA

di Claudio Fochi - 19.12.2018
P.G. 157674/2018
 
         
 
PREMESSO
 
che codesta Amministrazione favorisce e supporta il dialogo con i cittadini e la trasparenza degli atti anche attraverso uno sviluppo sempre più efficiente delle tecnologie informatiche;
 
 VISTO
 
che, coerentemente,  codesta Amministrazione persegue fra i suoi obiettivi il  gestire in modo sempre più efficace la comunicazione da parte dei cittadini e le reti di cittadinanza attiva e possiede o si perita di implementare adeguati strumenti tecnologici per raggiungerli , come si evince dal DUP (Documento Unico di Programmazione), che esplicita:
  1. 1.1.4 Proseguire nella realizzazione dei progetti partecipati al fine di implementare e stimolare la rete di cittadinanza attiva
  2. 3.4.1. 1. AMMINISTRARE OGGI
    OBIETTIVO MANDATO 1. AMMINISTRARE OGGI OBIETTIVO STRATEGICO 1.1 Un’Amministrazione che si fa trasparente
    Principali scelte che caratterizzano il programma dell’amministrazione da realizzare nel corso del mandato amministrativo
     gestire in modo efficace la comunicazione da parte dei cittadini
  3. 3.4 Data Center in Ferrara: valorizzare i meccanismi di collaborazione Pubblico/Privati e realizzazione di un data center pubblico privato
  4. 3.4.2 : Smart City - agenda digitale
     
     
     
     
    PRESO ATTO
     
    che l’amministrazione dispone di un efficiente Ufficio Informatico che può vantare una trentina di addetti e può accedere a strumenti informatici di hardware e software adeguati;
     
    che nel Comune di Ferrara insistono circa 63 mila  nuclei familiari e 132 mila abitanti;
     
     
     RITENUTO
     
che sia assolutamente legittimo nonché opportuno, in un’ottica di E-Democracy e di  Democrazia Diretta, consultare una più ampia platea di cittadinanza possibile in merito anche a decisioni politiche importanti per il futuro della città;
 
OSSERVATO
 
che  nell’ambito dell’Unione Europea   esistono prassi di consultazione politica dei cittadini  su platee ampie con consultazioni anche di carattere vincolante come ad esempio i numerosi referendum svizzeri su temi politici e amministrativi importanti;
 
che esistono innumerevoli piattaforme digitali attraverso le quali sarebbe possibile attuare consultazioni, anche di carattere politico, in un’ottica di cittadinanza attiva;
 
che il processo di definizione normativa tramite cui si è consentito il rafforzamento del concetto di cittadinanza digitale europea trova sostanza nel Regolamento eIDAS (Electronic IDentification Authentication and Signature) n° 910/2014 emanato in data 23 Luglio 2014 ed entrato in vigore l’1 Luglio 2016 con l’obiettivo di rafforzare la fiducia nelle transazioni nell’Unione Europea, fornendo una base normativa comune per interazioni elettroniche sicure fra cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni”;
 
che per quanto riguarda il nostro paese la Legge del 7 agosto 2015 nr. 124 disciplina una Carta della Cittadinanza Digitale;
 
che Consultazioni  pubbliche  rivolte alla cittadinanza si sono già svolte in regioni italiane , come ad esempio in Toscana (Le Regioni e il Dipartimento della Funzione Pubblica promuovono una consultazione pubblica onlineaperta a tutti e attiva dal 27 marzo al 27 maggio 2017) con l'obiettivo  di conoscere e valutare la percezione dei cittadini  per poter fornire supporto alle Amministrazioni Pubbliche nella definizione di  istanze politiche o amministrative;
 
IL CONSIGLIO COMUNALE DI FERRARA IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA
 
ad attivarsi per promuovere le azioni finanziarie necessarie affinché , nel Bilancio di Previsione del 2019  e/o  in  occasione di prossime variazioni di bilancio ,  venga recuperata una  somma di euro 5000 ( ovvero le risorse necessarie ),  per  realizzare uno studio di fattibilità volto all’implementazione o all’utilizzo di una piattaforma di consultazione digitale della cittadinanza (a fini puramente consultivi e non vincolanti politicamente per l’amministrazione pubblica) su istanze politiche o amministrative giudicate importanti o strategiche per il futuro della nostra città.
 
   Il Consigliere Comunale del M5S di Ferrara
             Claudio Fochi

 




 



 
Ultima modifica: 20-12-2018
REDAZIONE: Gruppo Consiliare Movimento5Stelle
EMAIL: gruppo-movimento5stelle@comune.fe.it