Sommario sezioni

salta il link home e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Le cinque idee per la Cittadella del Commiato

Percorso partecipato da ex S. Anna a S. Rocco
Le cinque idee per la Cittadella del Commiato

Ex Sant'Anna, selezionati i progetti per il recupero dell'area dell'obitorio. Nel 2013 la gara d'appalto.

La Nuova Ferrara del 25/07/2012 ed. Nazionale p. 14

I cinque autori dei progetti selezionati tra i 63 presentati per il concorso.

Ieri pomeriggio è stato il momento della premiazione delle cinque idee progettuali per la "Cittadella del commiato", quella che dovrà sostituire l'attuale camera mortuaria di via Fossato di ...Mortara. Le idee premiate sono state quelle dei due ferraresi Thomas Ghisellini e Sergio Fortini, di Massimo Fioridio (Lucca), Luca Furiozzi (Siena) e Stefano Dosi (Ravenna), selezionate da una giuria tra le 63 arrivate da diverse città d'Italia (un paio anche dall'estero: Rotterdam e Helsinki).

La "tappa" di ieri si inserisce nel complesso recupero del quartiere occupato dall'ospedale S.Anna prima del trasferimento a Cona. «Quella della Camera mortuaria - ricorda l'assessore all'Urbanistica Roberta Fusari - è l'unica area di proprietà del Comune, che è obbligato dalla legge ad avere un obitorio. Dopo l'apertura di quello a Cona si è considerata la possibilità di spostare quello comunale alla Certosa, ma alla fine si è deciso di lasciarlo dov'è, sia per la consuetudine con il luogo sia per motivi tecnici». La struttura esistente, però, «è terribile: per questo si è deciso di realizzarne un'altra che preveda anche spazi esterni, e di darle un nuovo nome».

Nei mesi scorsi il Comune ha indetto un concorso per il nuovo obitorio, finanziato da un bando regionale, per il quale sono giunte appunto le 63 idee di cui si diceva. Nel pomeriggio di ieri la giuria ha anche esposto le motivazioni della propria scelta.
Ora cosa succederà? Le tappe sono ancora parecchie: «i cinque vincitori hanno sessanta giorni di tempo - continua Fusari - per presentare ciascuno un progetto definitivo, tra i quali ne sarà scelto uno», si immagina entro la fine di quest'anno. Dopodiché (questo è l'iter consueto) tale progetto dovrà diventare definitivo e quindi andare in esecuzione: l'assessore si aspetta che ciò possa avvenire l'anno prossimo, così come l'inizio dei lavori, «per il cui finanziamento si ricorrerà allo stesso bando regionale usato per finanziare il concorso». L'esposizione di tutte le idee progettuali resterà aperta al pubblico fino a venerdì 3 agosto, nel salone d'onore del Comune.

Gabriele Rasconi

Per maggiori informazioni visitaci su:
cittadelladelcommiato.wordpress.com
www.facebook.com/urbancenterferrara
Ultima modifica: 27-11-2012
REDAZIONE: èFerrara Urban Center
EMAIL: urbancenter@comune.fe.it