Ferrara lancia la Festa dell'Aria, da venerdì a domenica tre location e decine di eventi

Ai giovani, kit per il monitoraggio dei dati ambientali. Assessore Balboni: "Città laboratorio di politiche per lo sviluppo sostenibile."

Data di inizio:

07/10/2021

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Contenuto della notizia

Sensori dell'aria diffusi per monitorarne la qualità, incontri con esperti dell'ambiente e associazioni, coinvolgimento delle scuole, proposte dei giovani al centro per progettare una città sostenibile. E poi: università di Ferrara, Politecnico di Milano, associazioni e docenti in campo.

 

Sarà una tre giorni di eventi e incontri la prima Festa dell'Aria che Ferrara si appresta a inaugurare domani, venerdì, fino a domenica, in tre diverse sedi cittadine: Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi (via Castelnuovo 10), piazza Verdi e Wunderkammer (via Darsena 57). "Dopo aver unito professionalità ed esperienze, inauguriamo la prima festa dell'Aria, tema al centro delle politiche di sviluppo. Ferrara - che con Air Break ha ottenuto circa 4milioni di euro per progetti legati all'abbattimento dell'inquinamento - si conferma così laboratorio di politiche innovative e cuore della riflessione attorno allo sviluppo sostenibile", dice l'assessore Alessandro Balboni.  


Ferrara aprirà la tre giorni domani alle 9 all'ex Teatro Verdi con un workshop aperto agli studenti, che saranno chiamati ad assembleare i cosiddetti 'kit dell'aria': per il rilevamento della qualità dell'aria attraverso sensori, che saranno poi installati in diversi punti della città e nelle stesse sedi scolastiche. Alle 18 l'inaugurazione ufficiale. Sabato si parte alle 9,30 con l'iniziativa "un caffè in piazza Verdi", proprio in piazza Verdi: i cittadini potranno incontrare esperti e addetti ai lavori.

 

Saranno presenti Andrea Poggio di Legambiente,  la fondazione Bruno Kessler che parlerà anche del progetto Bike to work (incentivi per il raggiungimento dei luoghi di lavoro sulle due ruote), Arpae, che illustrerà i dati della qualità dell'aria sul territorio.

 

Un tema, quello della qualità dell'aria, affrontato anche da "I cittadini dell'Aria" di Milano. Dopo un break partirà un itinerario in bici in città. Nel pomeriggio - dalle 14.30 sempre all'ex Teatro Verdi - ancora incontri, dibattiti, workshop, con particolare riferimento ai temi del futuro del pianeta, della transizione energetica, del valore della mobilità sostenibile, bicicletta in particolare. Al consorzio Wunderkammer andrà in scena uno speciale incontro in cui si parlerà anche del Parco della Darsena con, tra gli altri, il Politecnico di Milano.Domenica l'iniziativa, nell'ambito del Progetto Europeo Air Break - Urban Innovative Actions, prenderà il via alle 10,30, all'ex Teatro Verdi, con una tavola rotonda su turismo sostenibile.

 

Alle 10,30 la geologa Maria Antonietta Sileo e l'assessore comunale Alessandro Balboni si confronteranno sul tema della "morfologia urbana" e dei progetti per "ripensare la sostenibilità", quindi, dopo un momento di sintesi della tre giorni, alcuni under 35 presenteranno al consorzio Wunderkammer le proprie idee per il futuro e l'ambiente.


Per iscrizioni:  https://airbreakferrara.net/festa-dellaria/

L'evento ha il supporto di Comune di Ferrara, Dedagroup Public Services, LabService Analytica S.r.l., HERAS.p.a., Università di Ferrara, Fondazione Bruno Kessler, Sipro Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi, 10www.airbreakferrara. Partecipano inoltre: FIABFerrara, ARPAE Regione Emilia - Romagna, Basso Profilo, InternoVerde, Centro Comunità Solari Locali, AMIFerrara, CSV Estensi, Istituto Agrario NavarraFerrara,CentroIdea,I.I.S.Copernico-Carpeggiani, IIS Aleotti Dossi–Ferrara, Mycron, Legambiente Ferrara-Circolo Il Raggio Verde, ITC Bachelet Ferrara, IIS Carducci, Laboratori Aperti Ferrara–Ex Teatro Verdi, Associazione Apicoltori Estensi

Altre informazioni

Data pubblicazione

07/10/2021

Aggiornamento

08/10/2021 15:01