Bassani, dal 15 dicembre via alle iniziative al Centro Studi Bassaniani

Una serie di eventi per conoscere da vicino il mondo del grande scrittore tra 6mila volumi, oggetti d’arte e d’arredo

Data:

14/12/2023

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

L’opera di Giorgio Bassani rivive a Ferrara, sua città elettiva, con una serie di eventi che, fino a fine anno, offrono la possibilità di far conoscere più da vicino il mondo del grande scrittore, scoprendo attraverso un’esperienza immersiva il suo universo, fatto di documenti, oggetti d’arte e, immancabilmente, di libri.

 

Quest’anno, infatti, la Regione Emilia-Romagna ha accolto favorevolmente la candidatura, presentata dal settore Cultura e Turismo del Comune di Ferrara, del Centro Studi Bassaniani per l‘assegnazione del marchio “Case e studi delle persone illustri dell’Emilia-Romagna” (in attuazione della legge regionale n. 2/2022 istituita per riconoscere e valorizzare le abitazioni e gli studi degli esponenti del mondo culturale, dell’arte, della scienza, della politica e della spiritualità della regione), concedendo un contributo per le iniziative di valorizzazione.

 

È stato quindi previsto un programma di visite alle suggestive stanze del Centro Studi Bassaniani di via Giuoco del Pallone 15, che prevedono anche la realizzazione di reading dedicati a Giorgio Bassani a cura dell’Associazione Ferrara Off. Venerdì 15 dicembre alle 18:30, con repliche alle 20:30 e alle 10:30 di sabato 16, verrà proposto al pubblico “Il richiamo dell’airone” con brani scelti da “L’airone” a cura di Giulio Costa e Margherita Mauro.

 

Il Centro Studi Bassaniani, istituito dal Comune di Ferrara nel complesso architettonico di Casa Minerbi-Dal Sale in seguito alle donazioni della fondatrice e curatrice del centro, la professoressa Portia Anne Prebys, raccoglie un patrimonio costituito da circa 7500 cartelle con scritti su Bassani, in 18 lingue, dal 1935 ai giorni nostri, 8000 articoli, 2000 foto catalogate, circa 1000 cartelle con scritti di Bassani da varie fonti, a cui si aggiungono tutte le edizioni delle opere di Giorgio Bassani in italiano e la maggior parte delle traduzioni straniere e circa 6000 volumi di critica letteraria, letteratura, storia e arte del Novecento italiano. Sono inoltre conservati i quaderni autografi de "Gli occhiali d'oro" e "L'airone", il dattiloscritto del Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa annotato e commentato da Bassani e le bozze con l'editing originale del romanzo.

 

“Dopo aver ampliato l’orario di apertura del Centro Studi Bassaniani – ha sottolineato Marco Gulinelli, assessore alla Cultura del Comune di Ferrara – l’organizzazione di questi appuntamenti offre alla città un’occasione speciale per approfondire la conoscenza dello straordinario patrimonio bassaniano disponibile alla fruizione pubblica in via Gioco del Pallone e, soprattutto, per immergersi nell’opera di uno scrittore che ha celebrato in modo straordinario Ferrara e il suo territorio nei suoi romanzi e nelle sue poesie”.

 

“Ci siamo concentrati su questo romanzo che è dedicato proprio a Beppe Minerbi, l’ultimo proprietario della casa che ci ospiterà”, ha spiegato Giulio Costa, direttore artistico di Ferrara Off e ideatore della lettura teatrale. “Oltre a me ci saranno Marco Sgarbi e Monica Pavani, per accompagnare il pubblico attraverso la storia e i luoghi: infatti da Casa Minerbi ci sposteremo al vicino Teatro Anatomico della Biblioteca Comunale Ariostea, per proseguire lì il racconto”. 

 

L’omaggio al celebre autore ferrarese ritorna anche a fine anno, sempre al Centro Studi che venerdì 29 (alle ore 18:30 ed alle 21:00) e sabato 30 dicembre alle 10:30, celebrerà la conclusione del 2023 accogliendo il pubblico per visite guidate e reading dal titolo “Interni bassaniani”. Questa volta gli attori di Ferrara Off proporranno una selezione di descrizioni degli ambienti vissuti dai “Personaggi illustri” de “Il Romanzo di Ferrara”.

 

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria al numero 333.6282360.

Altre informazioni

Data pubblicazione

14/12/2023

Aggiornamento

14/12/2023 12:14