Il nuovo sito del comune: il Sindaco lo mette online con un clic

Il nuovo sito istituzionale viene messo online, simbolicamente, durante la conferenza stampa di presentazione.

Data di inizio:

14/07/2021

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Contenuto della notizia

È online da oggi, 14 luglio, il nuovo sito internet istituzionale del Comune di Ferrara.

La simbolica messa in rete è stata realizzata in conferenza stampa dal sindaco di Ferrara Alan Fabbri che – cliccando con un mouse sul pulsante ‘futuro’ – ha decretato la fase d’avvio del nuovo portale, che – è stato evidenziato dai tecnici – arriva a quasi vent’anni dal precedente.

Il sito presentato – realizzato secondo le linee guida Agid (Agenzia per l’Italia Digitale) e i contenuti del Codice di Amministrazione Digitale – si mostra agli utenti con una home page moderna, un nuovo layout grafico, una più sistematica suddivisione delle informazioni, notizie in apertura scorrevoli e un accesso diretto a tutti i principali servizi del Comune. Una parte specifica è dedicata all’offerta della città e agli eventi.

I contenuti sono stati suddivisi in 4 sezioni principali: Amministrazione, novità, servizi, documenti e dati. 

Per qualche tempo le pagine internet vecchie e nuove convivranno (qui il link alla precedente homepage: https://old.comune.fe.it/), in attesa della migrazione complessiva dei contenuti (le pagine da ‘traslare’ sono circa 8mila, per 30mila documenti da caricare). Si tratta di un punto di inizio, il trasferimento dei contenuti è in corso.

 

 “Dopo circa vent’anni ammoderniamo la piattaforma alla base del sito: non è solo un restyling ma un cambio radicale con l’obiettivo di migliorare e potenziare le funzionalità, l’indicizzazione dei contenuti, la loro catalogazione, rendere più intuitiva la ricerca, velocizzare gli accessi e ottimizzarli per i diversi supporti – ha detto il sindaco Alan Fabbri -. Al centro c’è il cittadino e l’obiettivo di offrire accessibilità intuitiva ai servizi specifici nel più breve tempo possibile. Il tutto rispettando fedelmente le linee dell’Agenzia italiana del digitale. Siamo felici di essere tra i primi Comuni in Italia a compiere questo tipo di operazione, rispettando le più recenti linee guida”.

“Concretizziamo così un altro degli obiettivi di mandato – ha inoltre detto il sindaco Fabbri -. La  parola digitalizzazione è continuamente utilizzata e al centro delle sfide del Pnrr: oggi abbiamo dato un esempio concreto di che cosa significhi investire in questo settore: un investimento per il futuro”.  

 

“Comunicazione, trasparenza, semplificazione sono stati i tre principi che ci hanno guidato”, ha detto il dirigente del Servizio Sistemi Informativi Massimo Poletti, presente con Cristina Fiorentini, del suo staff e tra le prime a occuparsi del sito del Comune, dalla sua nascita, nel 1996.
“L’adozione della precedente soluzione tecnologica risale a 20 anni fa, nel corso dei quali sono stati fatti degli aggiornamenti meramente grafici”. “Un sito – ha spiegato – è come un treno ad alta velocità, per poter viaggiare ed esprimere le sue potenzialità ha bisogno di infrastrutture adeguate. Noi abbiamo agito sulla infrastruttura digitale”. "Nella progettazione del nuovo portale si è tenuto conto non solo della necessità di fornire in maniera più immediata e accessibile tutte le informazioni utili, ma anche di sviluppare gli strumenti della partecipazione online”.

Nell’ultimo anno il sito ha ottenuto circa 5milioni di visualizzazioni: “Numeri che dimostrano come la comunicazione da sito, anche in epoca social, rimanga viva”.  Poletti ha inoltre annunciato che “è partito il nuovo software documentale, è in corso la partenza di quello dell’edilizia, sono stati implementati i servizi PagoPa, in Comune è stato installato un nuovo impianto  wifi per la connettività internet al piano nobile del Palazzo Municipale, sono state sostituite le webcam esterne con altre più moderne.  

 

“Fin dall’inizio del mandato – ha spiegato l’assessore Micol Guerrini – abbiamo lavorato per superare la frammentazione  e il gap tecnologico che segnavano l’infrastruttura a supporto dei diversi e molteplici siti web riferiti al Comune di Ferrara. Abbiamo preso spunto dalle migliori pratiche, dalle linee guida previste per la pubblica amministrazione e abbiamo utilizzato strumenti open-source (non a pagamento), ma massimamente sicuri. Per la redazione del nuovo sito abbiamo valorizzato le professionalità interne al Comune, avviando un percorso virtuoso che ci porterà ad aggiornare la galassia dei siti web del Comune. Un lavoro imponente, dopo 20 anni. Ringrazio chi sta collaborando, per l’impegno messo in campo. Abbiamo già avviato la fase della formazione per i dipendenti che saranno chiamati a caricare contenuti, con sessioni ad hoc e la messa a disposizione di manuali. Anche la piattaforma per l’aggiornamento del sito è stata rinnovata ed è più intuitiva e semplice”.

Altre informazioni

Data pubblicazione

14/07/2021

Aggiornamento

14/07/2021 17:10