Via alla realizzazione dell'illuminazione monumentale per valorizzare le bellezze della città

Progetto da quasi 1.8 milioni di euro

Data di inizio:

03/09/2021

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Contenuto della notizia

 È stato approvato in questi giorni dal Comune di Ferrara il progetto esecutivo di Heraluce per l’illuminazione architetturale di otto monumenti del centro storico della città, tra cui il Castello Estense, la cinta muraria e la Basilica di San Giorgio. L’obiettivo è la loro valorizzazione attraverso l’illuminazione esterna delle facciate e degli elementi architettonici di rilievo, grazie a tecnologie innovative che creeranno atmosfere personalizzate e soprattutto aumenteranno il rendimento energetico per ridurre le emissioni.

 

L’importo è di circa un milione e 800 mila euro. 

"Gli interventi - oltre ad avere l'approvazione anche della Soprintendenza - sono stati condivisi da un gruppo di lavoro, tra gli altri, composto da componenti dell'Amministrazione, dal professor Vittorio Sgarbi e dall'architetto Alberto Pasetti Bombardella che, tra le altre cose, si è occupato anche del progetto di riqualificazione percettiva del salone dei Mesi di palazzo Schifanoia. A tutti va il mio grazie per il contributo fornito - dice il sindaco di Ferrara Alan Fabbri -. Abbiamo sollecitato fortemente, d'intesa con la Provincia, l'inserimento all'interno del progetto della nuova illuminazione architetturale del Castello Estense, trattandosi del monumento simbolo della città". 

 

Il progetto di illuminazione monumentale

I monumenti storici di Ferrara presto si rivestiranno di nuovo fascino, soprattutto nelle ore serali e notturne: il progetto di Hera Luce realizzato per il Comune di Ferrara - che ha ricevuto  il parere positivo anche della Provincia e della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio -  prevede la realizzazione di una nuova illuminazione architetturale di alcuni fra i principali tesori storico-architettonici del centro città. Il design delle nuove soluzioni illuminotecniche per il patrimonio architettonico ferrarese consentirà agli edifici storici di mettere in luce gli elementi di rilievo e di riscoprire, in una chiave nuova, grazie ai giochi di luci e ombre, le geometrie che da secoli caratterizzano la città.

 

I beni coinvolti nel progetto 

I beni in cui si effettueranno gli interventi sono nove: Castello Estense, Cinta Muraria, Certosa, Basilica di San Giorgio, Palazzo Schifanoia, Palazzo Bevilacqua–Costabili, Palazzo Marfisa d’Este, Palazzo Paradiso e i Bagni Ducali. L’obiettivo è la loro valorizzazione attraverso l’illuminazione esterna delle facciate e dei volumi, che in alcuni casi verrà realizzata attraverso un nuovo impianto e in altri casi riqualificando gli impianti esistenti attraverso l’uso della moderna tecnologia LED. L’intervento ha, inoltre, l’obiettivo di migliorare la vivibilità degli spazi in chiave di sicurezza, dando nuova luce ad aree attualmente poco illuminate. L’importo dei lavori è, nel dettaglio, di 1.749.953,69 euro. I primi interventi verranno avviati nei prossimi mesi e la durata complessiva dei lavori sarà di circa un anno. Di seguito il dettaglio: 

 

Il Castello estense

Il progetto dell’illuminazione artistica del Castello Estense nasce dall’esigenza di migliorare l’attuale illuminazione. Hera luce ha sviluppato una proposta progettuale prevedendo la realizzazione di un impianto in grado di donare un’illuminazione uniforme su tutte le facciate del castello, tenendo conto degli elementi architettonici rilevanti della struttura, quali torri, sporgenze e accessi. Saranno installati 75 proiettori di elevata resa e qualità dotati di una tecnologia che permette di gestirli da remoto attraverso un sistema centralizzato. Grazie a questo progetto, durante particolari ricorrenze potranno essere applicati al Castello nuovi scenari suggestivi con giochi di luci e colori.
 

Cinta Muraria

L’illuminazione architetturale delle mura di Ferrara sarà realizzata per la prima volta: non si limita all’esaltazione del complesso murario, ma influisce anche sulla sicurezza e sulla vivibilità della città, facendo diventare il luogo pubblico fruibile durante le ore notturne grazie ad una illuminazione coordinata ed esteticamente valida. Il progetto assolve a una duplice funzione: l’illuminazione uniforme di tutta la cinta muraria e l’illuminazione, attraverso un effetto di segnapasso, della pista ciclabile che corre parallela alle mura.
Saranno installati 358 proiettori, suddivisi per 10 sezioni delle mura cittadine.

 

Certosa

Il progetto prevede la realizzazione dell’illuminazione architetturale della facciata della Chiesa di San Cristoforo situata nel cuore del complesso della Certosa, il cimitero monumentale della Città di Ferrara e la realizzazione dell’illuminazione dei vialetti di accesso alla chiesa stessa e alla zona uffici. Saranno installati sei proiettori LED per illuminare la Chiesa di San Cristoforo, mentre 34 nuovi segnapasso illumineranno i vialetti di accesso circostanti.

 

Basilica di San Giorgio

Il progetto prevede un adeguamento dell’impianto esistente con l’obiettivo di illuminare a proiezione la facciata principale della Chiesa, tutti i lati del campanile e donare grazie alla luce calda un’illuminazione diffusa che dia la giusta attenzione all’ingresso dell’antico borgo di San Giorgio. Saranno installati sei proiettori LED.

 

Palazzo Schifanoia

Il progetto prevede di rimuovere gli attuali proiettori e di installare proiettori la tecnologia LED con l’obiettivo di realizzare un’illuminazione d’accento sui portali di accesso al palazzo, sia il principale sia il secondario. I proiettori saranno montati lungo i sottogronda dei palazzi antistanti, in previsione dello smantellamento dell’intera attuale linea in serie che collega i punti luce della pubblica illuminazione. Saranno installati due proiettori LED.

 

Palazzo Bevilacqua – Costabili 

Il progetto prevede la riqualifica LED dell’impianto esistente mediante la sostituzione dei due proiettori esistenti con nuovi proiettori LED con filtri olografici e accessori antiabbagliamento.

 

Palazzo Paradiso

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione con l’obiettivo di illuminare a proiezione tutto il complesso architettonico, in particolare un’illuminazione diffusa per l’intera facciata e un’illuminazione d’accento per i particolari architettonici di pregio come il portale d’ingresso e la torretta dell’orologio che lo sormonta. Saranno installati quattro proiettori LED.

 

Palazzina Marfisa d’Este

L’illuminazione dedicata alla Palazzina Marfisa d’Este è stata pensata posizionando i proiettori sull’edificio antistante. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione con l’obiettivo di illuminare a proiezione tutto il complesso architettonico. Saranno installati due proiettori LED.

 

Bagni Ducali

Il progetto prevede per la nuova illuminazione della delizia dei Bagni Ducali di realizzare un’illuminazione dedicata a proiezione installando un nuovo proiettore montato su idoneo sostegno nel parcheggio antistante, con l’obiettivo di illuminare le arcate di ingresso della palazzina. Sarà installato un proiettore LED.

 

Altre informazioni

Data pubblicazione

03/09/2021

Aggiornamento

03/09/2021 12:46