Disability Card, Ferrara approva la convenzione con il Ministero

Accesso gratuito a musei, piscine e teatro. Il Sindaco: “Siamo una realtà pilota in Italia”

Data:

29/03/2022

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Ingressi gratuiti per persone con disabilità (e accompagnatori) ai musei e agli spazi espositivi del Comune di Ferrara, accessi senza costi al Teatro Comunale, allo stadio (previa prenotazione), alle piscine, di proprietà comunale, Beethoven e Bacchelli. Sono alcune delle agevolazioni che l’Amministrazione comunale ha previsto nell’ambito di una convenzione sottoscritta con la Presidenza del consiglio dei Ministri - Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità e che oggi ha ricevuto l’ok della giunta, su proposta dell’assessore Cristina Coletti e dopo un’interlocuzione diretta con il Ministro delle Disabilità tenuta dal sindaco Alan Fabbri.

 

Si tratta delle prime misure a cui darà accesso la nascente Disability card, la carta europea, in formato tessera, che consentirà di sostituire tutti i certificati e i verbali che attestano la condizione di invalidità e di accedere a beni e servizi pubblici e privati gratuitamento o a tariffe agevolate. “Dopo alcuni mesi di interlocuzione con il ministro Erika Stefani e i suoi uffici – che ringrazio – , Ferrara è pronta a partire con questa innovazione, a valenza europea. Come sottolineato proprio dal ministro Stefani nei giorni scorsi, siamo, con Venezia, le realtà pilota nell’elaborazione e nella sottoscrizione della convenzione, che semplificherà la vita alle persone con disabilità, dando concretezza alle parole: semplificazione, sburocratizzazione e digitalizzazione. Non è un percorso chiuso: l’interlocuzione per sviluppare nuove convenzioni continua”, dice il primo cittadino.

 

“È stato – sottolinea l’assessore Coletti - un percorso complesso, che ha visto coinvolti diversi soggetti. Ringrazio tutti gli esponenti delle realtà che partecipano, a vario titolo, alle convenzioni: il Comitato Ferrarese Area Disabili, la Fondazione Ferrara Arte, la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, i gestori delle piscine, AFM Farmacie comunali, le associazioni, i Garanti delle persone con disabilità per aver dato il proprio contributo e per la partecipazione fattiva a questo progetto”.

 

“Un grazie particolare al ministro Erika Stefani e ai suoi uffici, con cui abbiamo un’interlocuzione diretta e continua e che sono partiti dalle esigenze emerse dagli enti locali, in un percorso di ascolto e di piena condivisione”. Nel dettaglio la convenzione sottoscritta a Ferrara confermerà l’ingresso gratuito - per il titolare della carta ed un accompagnatore - ai Musei e agli spazi espositivi di: Castello Estense, Museo Schifanoia e Civico Lapidario, Museo della Cattedrale, Palazzina Marfisa d’Este, Padiglione d’arte contemporanea. Gli stessi potranno accedere senza costi anche al Teatro Comunale e allo Stadio Comunale Mazza, in entrambi i casi previa prenotazione anticipata, e alle piscine comunali Beethoven e Bacchelli.

 

Nella convenzione è inoltre precisato che "il Comune di Ferrara riconosce priorità nell'accesso ai propri uffici e alle farmacie comunali ai titolari della Carta europea della disabilità" o ai loro delegati.

 

È possibile richiedere la disability card direttamente sul sito dell’Inps, che ha una sezione dedicata. La carta è prevista per gli invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata maggiore del 67 per cento e per gli: invalidi civili minorenni, i cittadini con indennità di accompagnamento o con assistenza e integrazione sociale ai sensi della legge 104, ciechi civili, sordi civili, invalidi e inabili (legge 222/1984), invalidi sul lavoro o con diritto ad assegno per l'assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell'integrità psicofisica, inabili alle mansioni, cittadini con trattamenti previsti per invalidi e reduci di guerra.

Altre informazioni

Data pubblicazione

29/03/2022

Aggiornamento

29/03/2022 18:39