Ferrara apre al pubblico il centro per il monitoraggio della qualità dell'aria

Assessore Balboni: “Progetto Air Break continua il suo cammino, Ferrara cuore delle iniziative innovative e condivise per l’ambiente”

Data di inizio:

23/11/2021

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Contenuto della notizia

Il centro per il monitoraggio della qualità dell'aria di Ferrara diventa uno spazio aperto ai cittadini e un luogo pubblico in cui partecipare alle scelte per la lotta ai cambiamenti climatici. Aprirà venerdì  26 novembre 2021, alle 18,30  in via Castelnuovo 10, FerrAria, il nuovo punto di riferimento ambientale di Ferrara che avrà sede al Laboratorio Aperto Ex-Teatro verdi.

 

FerrAria si inserisce nelle iniziative promosse nell'ambito di Air Break - progetto del Comune di Ferrara scelto l’anno scorso tra i vincitori nell’ambito del programma europeo delle Urban Innovative Actions (UIA) - che consentirà di mettere in pratica diverse soluzioni, finalizzate a ridurre l’inquinamento atmosferico del 25% in città nell’arco di 3 anni. “Il Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi - spiega l'assessore Alessandro Balboni - apre ai cittadini e si candida ad essere il cuore della programmazione strategica partecipata e delle iniziative ambientali in città.

 

Ferrara sta consolidando il proprio pieno protagonismo nel campo delle misure messe in campo per la lotta all'inquinamento, il contrasto ai cambiamenti climatici, l'utilizzo tecnologico a servizio dell'ambiente, la partecipazione alle scelte di sviluppo sostenibile.

 

I fondi ottenuti dall'Europa con il progetto Air Break, le azioni che stiamo mettendo in campo, l'intesa con Plant for the planet per la messa a dimora di oltre centomila alberi entro il 2030, la prima festa dell'Aria inaugurata (proprio all'ex Teatro Verdi) dall'8 al 10 ottobre, dimostrano come Ferrara possa essere laboratorio e riferimento nazionale, e non solo, di buone prassi e di programmazione partecipata in campo ambientale, in un momento storico in cui l'attenzione su questi temi - cuore del Next Generation Eu - è massima: la sostenibilità dovrà essere infatti il fulcro della pianificazione strategica".

 

Per l’occasione, il 26 novembre Balboni illustrerà lo stato di avanzamento delle azioni previste da Air Break e aprirà la serata con alcuni dei curatori del progetto, tra cui il professor Eugenio Morello per il Politecnico di Milano (Dipartimento di Architettura e Studi Urbani),  e alcuni rappresentanti di Arpae, le due realtà che cureranno il nuovo centro aperto al pubblico.

 

A seguire gli studenti di alcuni istituti superiori di Ferrara premieranno il disegno a tema sostenibilità più votato dai ragazzi. Al termine  saranno illustrati i contenuti dello spazio informativo e sarà presentato un grande modello urbano di Ferrara  stampato in 3 dimensioni. Poi, aperitivo per tutti. Per una più semplice gestione degli spazi è richiesta la preventiva iscrizione, a questo link: https://www.getcrowd.eu/mevent/91215b0e

Altre informazioni

Data pubblicazione

23/11/2021

Aggiornamento

23/11/2021 11:27