Tramonto Divino Sold Out all'acquedotto: 200 per la cena dello Chef stellato Malaguti

Ai tavoli il servizio degli studenti del Vergani

Data di inizio:

02/09/2021

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

Contenuto della notizia

Erano circa 200  ieri sera all’Acquedotto, in uno scenario suggestivo, sovrastato dall’imponente fontana di Arrigo Minerbi, per la tappa ferrarese di Tramonto DiVino, il road show del gusto dell’Emilia-Romagna per la promozione dei prodotti Dop e Igp regionali insieme ai vini della guida “Emilia Romagna da bere e da Mangiare 2021/22” di AIS Emilia e Romagna.

 

Le prenotazioni sono andate in tutto esaurito nell’arco di pochissimi giorni, dalla data di presentazione dell’evento.  La manifestazione ha circa 15 anni di vita, ma da due anni è ospitata nella cornice di piazza XXIV Maggio e, a seguito delle disposizioni anti-Covid, ha assunto la forma di una cena ai tavoli che ha sostituito la tradizionale degustazione a buffet.

 

Lo scopo è però rimasto immutato. Lo spiega Maurizio Magni, direttore di PrimaPagina, agenzia che con l’Associazione italiana sommelier (e, nella tappa locale, con l'associazione Strada dei vini e dei sapori della Provincia di Ferrara) organizza la manifestazione: “L’obiettivo che muove Tramonto DiVino e l’impegno di tante persone è la valorizzazione dei prodotti tipici a qualità regolamentata, cioè Dop e Igp,  che in Emilia-Romagna sono 44, e dei grandi vini Doc e Igt della regione”.

 

Per l’occasione all’Acquedotto è stata particolarmente ricca la presenza di esponenti del mondo dell’enogastronomia regionale, come Annalisa Barison, presidente dell’Associazione Italiana Sommelier dell’Emilia, oltre a diversi presidenti di consorzi di tutela. Il servizio è stato curato dai ragazzi del Vergani e dall’associazione chef dell’Emilia-Romagna, mentre la regìa della cucina, che ha abbinato ad antipasti territoriali alcune specialità di pesce, è stata a cura dello chef stellato Alessio Malaguti che, nel preparare i piatti ha illustrato ai presenti procedure, materie prime impiegate, alcune curiosità sulle lavorazioni e sulle produzioni. Ai tavoli anche il prefetto Michele Campanaro, per l’Amministrazione comunale, gli assessori Matteo Fornasini e Angela Travagli e Massimiliano Urbinati, presidente Strada dei Vini e dei Sapori della provincia di Ferrara.

 

“Di anno in anno si rinnova un’autentica tradizione - ha spiegato l’assessore Matteo Fornasini - che ha cambiato format per adeguarsi alle prescrizioni dettate dalla pandemia, ma che ha conservato la propria anima e la propria efficacia promozionale. E lo confermano i numeri e le adesioni”. “Valorizzare i prodotti tipici, la cucina, promuovere il legame tra materia prima e territorio sono nostri obiettivi, come stiamo dimostrando col progetto del marchio territoriale De.C.O. che è già partito e che presto avrà novità - ha detto l’assessore Angela Travagli -. Tramonto DiVino è un format che conferma il suo successo e la sua efficacia. I miei complimenti agli organizzatori e un grazie particolare agli studenti del Vergani”.

 

Altre informazioni

Data pubblicazione

02/09/2021

Aggiornamento

02/09/2021 15:44