Turismo, i primi influencer in città

Al via il progetto social del Comune di Ferrara- Holding.

Persone: Alan Fabbri
Data:

18/05/2022

Un'immagine generica segnaposto con angoli arrotondati in una figura.

È iniziata in questi giorni – con il lancio delle prime stories – la campagna promozionale social di Ferrara, e dei suoi percorsi tematici, promossa dal Comune di Ferrara e da Holding Ferrara Servizi, con il coordinamento progettuale di Irene Righetti.  

 

“Conosci Ferrara” è il nome dell’iniziativa e il marchio che unisce tutti i percorsi che sono e saranno realizzati. “Potenziamo le iniziative di valorizzazione e di promozione del territorio moltiplicando i canali, il pubblico di riferimento e, da quest’anno, introduciamo la novità di una specifica strategia social, per avvicinare nuovi visitatori potenziali, generare coinvolgimento su storia ed eventi attesi in città e coinvolgere, nello specifico, i giovani.

 

È questo il tassello di una vasta azione di promozione della città che stiamo mettendo in campo in vista della stagione estiva. Stiamo investendo per il rilancio”, spiega il sindaco Alan Fabbri. “I primi riscontri sono molto positivi – segnala il presidente della Holding Luca Cimarelli –. I nostri canali istituzionali e promozionali stanno registrando un importante aumento dei follower e delle visualizzazioni, effetto dell’apporto degli influencer, a dimostrazione della capacità di queste iniziative di fornire un importante ‘boost’ di visibilità positiva alla città”.    

 

Da questa mattina la ‘coppia in viaggio’ Nati & Nico (pagina @todomundoebom) ha raccontato – partendo dalla Certosa – il contributo che Ferrara ha dato alla storia del cinema, partendo dagli scenari, dall’immensa area verde di sei ettari, esplorando San Cristoforo, i chiostri e, da qui, verso i luoghi  che conservano le spoglie del premio Oscar Michelangelo Antonioni, Florestano Vancini, ricordando in particolare il suo capolavoro “La lunga notte del ‘43”, Antonio Sturla, direttore di fotografia per oltre cento documentari.

 

Ripercorrendo la memoria di Antonioni, e di Giorgio Bassani, gli influencer hanno fatto tappa anche al Tennis Club Marfisa, luogo apprezzato e frequentato dai celebri ferraresi, l’inquadratura del circolo ripresa in “Cronaca di un amore”, aneddoti e curiosità, come la coppa tennistica intitolata proprio a “Nino”, soprannome di Antonioni. Nel complesso sono quasi una trentina le stories prodotte, legate a Ferrara e alla settima arte.

 

Imminenti sono inoltre le altre uscite. Ieri la travel blogger Sara Govoni ha annunciato sulla propria pagina Instagram “Cappellacci a merenda” prossimi servizi social dedicati alla Ferrara di Ludovico Ariosto.

 

Nei prossimi giorni – e per circa un mese – si alterneranno altri travel blogger, influencer che, raccontando l’esperienza diretta della loro visita in città, approfondiranno argomenti specifici. Così, i creator della pagina Instagram ‘Due Zaini in viaggio’ (@due_zaini_in_viaggio) parleranno delle botteghe storiche e dell’enogastronomia tipica e tradizionale (con un focus su Messisbugo).

 

‘Viaggiosenzascalo’ (@viaggiosenzascalo) condurrà i followers in un percorso tra i monumenti e i luoghi rinascimentali. I Weekendieri (@i_weekendieri) realizzeranno un tour dedicato alla Ferrara classica. Irene Righetti – tramite i suoi canali (@running.post) – guiderà il pubblico social in itinerari tra sport, salute, benessere e vita all’aria aperta. 

Altre informazioni

Data pubblicazione

18/05/2022

Aggiornamento

19/05/2022 12:43